Lettere

Lettere a Vienna

Il cane, lo spasimante e l’ombrello

Mia cara Berenice, ieri, sul cocuzzolo del Gianicolo, seduto a una panchina, leggevo l’ultimo volume della trilogia di Scurati, graditissimo regalo di compleanno, in attesa di calare a Trastevere dove avevo acquistato il biglietto per un film in francese. Il sole, basso e dorato sul grande arco che conduce al parco, faceva pregustare il tramonto. […]

Macchie e pennellate

Mia cara Berenice, il palazzo del Ministero dell’Istruzione, l’unico dicastero sito in Trastevere, è un edificio di inizio ‘900, l’ultimo in stile neoclassico prima dell’avvento dello stile razionalista. Il Duce si degnò comunque di inaugurarlo e, in cambio, fu raffigurato a cavallo in un affresco del piano nobile, dove oggi la sua maschia figura è […]

Pecunia non olet

Mia cara Berenice, i mercati finanziari hanno punito in modo draconiano, decapitato nel cortile della Torre di Londra la manovra finanziaria tentata dal nuovo Primo Ministro di Re Carlo III. Il Governo di Sua Maestà Britannica voleva dare a Downing Street un party a tema anni ’80, concedendo massicci sgravi fiscali alle fasce più elevate […]

La luce rossa

Mia cara Berenice, ieri sera, sul canale televisivo della Conferenza Episcopale Italiana, dopo il Santo Rosario e il telegiornale, trasmettevano “Roma città aperta” (Italia, 1945) di Roberto Rossellini, con Aldo Fabrizi e Anna Magnani. Il bianco e nero, il formato né flat né scope, l’eleganza innata del capolavoro mi hanno riportato in un altro tempo, […]

Fiori nel deserto

Mia cara Berenice, ieri una pioggia battente cadeva su Roma, nel primo giorno della vittoria della destra. Oggi splende il sole ed è accaduto qualcosa di ancora più straordinario. Ieri sera, un’agenzia di traduzione ceca per cui lavoro mi ha notificato che un grosso progetto dato in appalto da Google, a cui partecipo ormai da […]

Affluenza

Mia cara Berenice, come già ti ho scritto, oggi si vota in Italia per le elezioni politiche. È prevista una affluenza marcatamente bassa, eppure il mio seggio era così affollato che le code davanti alle varie Sezioni si intersecavano stringendo un nodo di Gordio. Una suora scendeva le scale, il documento di identità e la […]

Fog of war

Mia cara Berenice, lamentarsi della politica è uno sport nazionale a tutte le latitudini, ma è la prima volta che, per quanto mi sforzi, continuo a dimenticarmi delle elezioni previste per il giorno dopo; è come se, nella mia mente, una nebbia circondasse questa informazione. Pur lavorando in centro storico e frequentandolo spesso, non mi […]

Legal thriller

Mia cara Berenice, ieri, ignorando bellamente che fosse l’ultimo giorno della prima edizione di “Cinema in festa”, un’iniziativa promozionale per rilanciare le sale con biglietti scontati, mi sono recato a Trastevere per vedere “Il signore delle formiche” (Italia, 2022), che avevo in arretrato da quest’estate, quando una collega mi costrinse a vedere invece il peraltro […]

Rimetti a noi i nostri debiti

Mia cara Berenice, oggi pomeriggio, tra varie incombenze, ho fatto un bonifico al Ministero. Era avvenuto che, nel mio transito fra i ruoli del Dicastero e quelli dell’Ufficio del Primo Ministro, il primo mi avesse erogato per errore una mensilità e mezza di stipendio, a servizio ormai cessato. Ora, tutto è compiuto. Proprio ieri, il […]

Una chiara e ferma presa di posizione femminista

Mia cara Berenice, è stata una giornata lunga e pesante, ma mi sento comunque spinto a scrivere questo biglietto serale, che affiderò domani mattina a un lustrascarpe, spinto e acceso da impellente fiamma, come da un sacro dovere. Si ironizza spesso e pesantemente sulle didascalie con cui ragazze e donne di tutto l’orbe firmano le […]

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.


Abbonati.

Ricevi le lettere sulla tua mail.