Candidate à la Présidence de la République

Mia cara Berenice,

un concorso di circostanze eccezionalmente favorevoli porterà Marine Le Pen al ballottaggio delle presidenziali francesi e forse anche all’Eliseo.

Come puntualmente sottolineato dai commentatori, Madame Le Pen cerca da tempo di proiettare un’immagine più rassicurante, trasformando il Fronte Nazionale in Unione Nazionale e tagliando i ponti con l’istrionico padre Jean-Marie Le Pen, storico capo dell’ultradestra francese.

Leggendo il suo programma, mi sono fatto effettivamente l’idea che sia riuscita a proiettare un’idea di destra al tempo stesso nitidamente definita e duttilmente pragmatica.

Lo slogan, che rende bene anche in italiano, è “Protezione, proiezione, trasmissione”: protezione del popolo francese, proiezione della Francia all’estero, trasmissione dell’eredità francese.

Le prime pagine sono fitte di mezzi militari, soldati e poliziotti, mentre l’impaginazione è neutra e aziendalistica.

Il programma prevede l’aumento delle spese militari, un argine all'”ondata migratoria”, il potenziamento del sistema di polizia e carcerario, il rilancio della Francofonia (l’equivalente francese del Commonwealth), la sostituzione progressiva dell’Unione Europea con un’Alleanza Europea delle Nazioni, attenzione ai territori d’oltremare (le ex colonie), l’indipendenza energetica anche puntando sul nucleare, sussidi fiscali alle famiglie, una moratoria triennale sulle tematiche dei diritti civili; quest’ultima controbilancia – appena, a dire il vero: tre anni passano in un lampo – un chiaro favor per la famiglia naturale.

La proposta quasi profetica di aumentare le spese militari e promuovere l’indipendenza energetica fa capire perché la candidata non abbia subito danni a causa della guerra in Ucraina, mentre la luce del crepuscolo proiettata su Bruxelles, anche se farà rabbrividire gli europeisti, suona comunque come compromesso offerto al posto della Frexit.

Tutto ciò peraltro non dissipa una certa luce sinistra, paradossalmente amplificata dai complementi di design scandinavo aggiunti a un orientamento comunque ben identificabile.

Stan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...