Spes

Mia cara Berenice,

eravamo quattro amici al bar. Solo che non eravamo in quattro ed eravamo in una casa privata, a tarda serata, seduti davanti ad avanzi di fregola e di torta, a bucce di mandarini e di frutta secca.

Complice la presenza di un presidente di seggio, parlavamo con enfasi insolita e febbrile di politica e del ballottaggio per cui si sono aperte le urne oggi. Dei candidati di seconda linea schierati dai partiti principali, del fatto che uno dei due fosse un ex Ministro dell’Economia, e allora, se è considerato una seconda scelta per il Campidoglio, chi ci mandano a via XX Settembre? Nessuno stupore che, nel rispondere alle interrogazioni parlamentari, balbettasse e cadesse in errori marchiani.

Parlavamo del rapporto tra Sindaco e burocrazia, tra ordinaria e straordinaria amministrazione, tra Stato e Comune, tra Comune e Municipi.

Si facevano previsioni sull’affluenza e sul risultato.

Insomma, c’è ancora speranza.

Stan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...