I decisori

Mia cara Berenice,

ho effettuato le opportune verifiche e la quinoa viene, essenzialmente, dal Sud America.

Come si spiega, allora, l’ossessione del Belgio per questa pianta? Sarà forse un modo per distogliere l’attenzione dal passato coloniale africano?

Arrivato qui, mi aspettavo di trovare interi edifici, interi quartieri edificati impastando patate fritte e cozze, invece è la quinoa a zampillare in ogni angolo.

Cos’è successo? Chi è il colpevole?

Qualche signore della droga sudamericano convertitosi a traffici più salutisti?

Qualche medico?

Qualche dama dell’alta società?

Chi ha preso questa decisione?

Chi prende certe decisioni?

Chi stabilisce le mode e le tendenze?

“Il diavolo veste Prada” (USA, 2006) dedica a questo tema lo scambio di battute fra Meryl Streep e Anne Hathaway su un certo maglione ceruleo.

“Zoolander” (USA, 2001) immagina una grottesca SPECTRE della moda.

Ne “La follia della donna”, Elio e le Storie Tese cantano: “E pensare che tutto questo lo hanno deciso / I ricchioni / C’è un cartello di ricchioni / Che ha deciso che / L’anno scorso andava il rosso e quest’anno il blè / Pantaloni a coste che costavano al mercato euro ventitre / Oggi li trovi alla boutique / Comprati dalle donne ricche / L’han deciso i ricchioni e io devo accettarlo”.

Un rassegnato saluto.

Stan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...